Il Comune di Carloforte dice no al Radar a Capo Sandalo.

Faro Capo Sandalo - Carloforte

Faro Capo Sandalo - Carloforte

In occasione dell’assemblea popolare tenutasi il 12 novembre 2011, il “Comitato No Radar Capo Sandalo”, in rappresentanza dell’intera cittadinanza, manifestava la propria contrarietà all’eventuale installazione di una postazione radar sul territorio dell’Isola di San Pietro e nei giorni successivi (con nota n. 11122 prot. del 16 novembre) richiedeva al Sindaco informazioni relativamente alle notizie emerse, riguardanti proprio l’installazione di un impianto radar nella località Capo Sandalo, presso la struttura militare dell’omonimo faro. Ad oggi, agli atti del Comune, non risulta essere stata presentata alcuna istanza di autorizzazione, né risulta essere stata avviata alcuna procedura relativa all’installazione di impianti radar. Peraltro, alla luce delle insistenti notizie recentemente circolate al riguardo e tenuto conto degli evidenti e rilevanti pericoli per la salute pubblica che un tale impianto comporterebbe, il Comune di Carloforte, con la deliberazione n. 17 del 29 novembre 2011, ha ufficialmente espresso parere contrario all’installazione, a Capo Sandalo ed in qualsiasi altro sito all’interno del territorio isolano, di una qualsivoglia postazione radar, e si è reso disponibile ad opporsi con qualsiasi mezzo lecito, anche con iniziative di tipo legale, ad eventuali decisioni contrarie al benessere ed alla volontà della cittadinanza. Il Comune di Carloforte intende tutelare, in tal modo, la salute dei cittadini, la componente ambientale dell’intero territorio dell’Isola di San Pietro (all’interno del quale sono compresi il Sito di Importanza Comunitaria – SIC “Isola di San Pietro” e la Zona di Protezione Speciale – ZPS Costa e Entroterra tra Punta Cannoni e Punta delle Oche – Isola di San Pietro”) nonché la vocazione turistica del territorio comunale, e perseguire gli obiettivi prefissati con l’attuazione del Protocollo d’Intesa “San Pietro – Isola Ecologica del Mediterraneo”, azzerando le emissioni di CO₂ e combattendo su ampia scala le minacce all’ambiente quali quelle rappresentate da radiazioni elettromagnetiche di elevata potenza. La decisione del Consiglio comunale, espressione della volontà dell’intera popolazione, è stata formalmente comunicata, attraverso la trasmissione di copia della deliberazione, al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al Ministero della Difesa e a tutti gli Enti ed Autorità competenti coinvolti dall’eventuale processo autorizzativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...