I primi sei mesi dell’EcoSportello di Carloforte: qualche dato.

L’EcoSportello di Carloforte ha iniziato ad operare nel mese di novembre 2011, grazie all’accordo tra il Comune di Carloforte e l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico, e rientra nell’ambito delle attività sviluppate nell’Isola di San Pietro con il progetto “Isola ecologica del Mediterraneo“.

L’obiettivo che ci proponiamo è, principalmente, quello di fornire informazioni su progetti, finanziamenti, bandi, legati all’Isola ecologica del Mediterraneo, in materia di energie rinnovabili, risparmio energetico, sviluppo sostenibile, rifiuti e raccolta differenziata, tutela del territorio, ambiente in genere. Si tratta di un obiettivo strettamente legato all’obiettivo primario del progetto “Isola ecologica del Mediterraneo”, ossia il raggiungimento dell’indipendenza energetica del comune di Carloforte entro il 2014, basata su fonti di produzione di energia rinnovabili e sulla riduzione delle emissioni in atmosfera .

L’EcoSportello rappresenta, inoltre, un punto d’incontro tra cittadini e amministrazione pubblica proprio sulle tematiche ambientali, ed è grazie alla fiducia dimostrata dai cittadini che, in questi pochi mesi, siamo riusciti ad avere delle risposte e, quindi, a fare in parte chiarezza su alcune questioni particolarmente importanti per Carloforte, come la presenza di discariche abusive sul territorio comunale, l’attività di raccolta del sale, i dati relativi al monitoraggio della qualità dell’aria, la raccolta differenziata.

Al momento, alcune questioni rimangono “aperte”, e non completamente risolte ma, come la storia della nostra associazione dimostra, continueremo a seguirle, attraverso richieste e monitoraggi, sopratutto grazie alla collaborazione ed alle segnalazioni provenienti dai cittadini, i quali hanno un ruolo fondamentale nella difesa del territorio.

Per completezza, pensiamo sia opportuno fornire alcuni dati sull’attività svolta dall’EcoSportello durante i primi sei mesi di vita.

Tematiche trattate.
Le richieste di informazioni pervenute, sia attraverso la sede presso il Comune di Carloforte, sia attraverso la posta elettronica ed il blog, hanno riguardato, principalmente: i finanziamenti regionali e/o comunali per l’installazione di impianti di energia rinnovabile; la raccolta differenziata nelle zone del Comune di Carloforte nelle quali non è attivata la raccolta porta a porta; la filiera dei rifiuti; la qualità dell’acqua utilizzata in agricoltura; l’installazione di impianti fotovoltaici in terreno agricolo; le caratteristiche della centralina per il monitoraggio della qualità dell’aria installata nel mese di marzo e le procedure per il rilevamento; i dati concernenti le analisi sulla qualità delle acque e del suolo svolte nei primi giorni del mese; la raccolta del sale; informazioni sul kit per il compostaggio domestico.
Molti cittadini, invece, si sono rivolti all’EcoSportello per segnalare la presenza di discariche abusive in diverse parti del territorio comunale e la presenza di mucillagine nello stagno di Carloforte.

Utenti.
Dall’apertura al pubblico dell’EcoSportello (avvenuta nel mese di dicembre) fino al mese di maggio, circa cinquanta persone si sono rivolte a noi, recandosi presso la nostra sede, aperta il lunedì mattina dalle 9.00 alle 12.00, o scrivendoci all’indirizzo di posta elettronica ecosportellocarloforte@gmail.com. Il blog, invece, ha ricevuto circa cinquemila visite totali.

Da parte nostra, continueremo ad impegnarci nell’interesse dell’ambiente e dei cittadini, e siamo certi che tutti insieme riusciremo a raggiungere l’obiettivo dell’indipendenza energetica entro il 2014 e, di conseguenza, a migliorare la qualità della vita sull’Isola di San Pietro. Grazie a tutti!